Banca Nazionale Svizzera (BNS)

La Banca Nazionale Svizzera (BNS) è la banca centrale della Svizzera. E’ stata costituita nel 1907 e la responsabilità principale è la politica monetaria e la stampa delle banconote del Confederatio Helvetica Franco (CHF). La BNS ha sede a Berna e Zurigo.

Struttura della BNS

La Banca nazionale svizzera è attualmente guidata da Thomas Jordan. La banca è in realtà strutturata come una società per azioni, le cui azioni possono essere scambiati sul mercato azionario. La BNS è di proprietà di privati (45%) ed enti pubblici (55%). C’è un consiglio (consiglio di amministrazione), che serve per la sua gestione e come organo esecutivo. Il consiglio è composto da tre membri: il presidente (Thomas Jordan), il Vice-Presidente (Jean-Pierre Danthine) e un membro (Fritz Zurbrugg). Oltre al coniglio di amministrazione, c’è un Consiglio di Banca che sovrintende le operazioni giorno per giorno della BNS. Gli azionisti si incontrano una volta l’anno (aprile) per condurre le loro assemblee generali annuali. Gli azionisti hanno molta influenza e costituiscono la metà dei membri del Consiglio di banca.

Funzioni della BNS

  • La politica monetaria è il compito primario della BNS. Svolge questa funzione tramite la fissazione dei tassi di interesse e tassi di cambio del CHF rispetto ad altre valute, quando ritenuto opportuno. Ciò si è riflesso nel minimo tasso di cambio per l’EURCHF introdotto dalla banca il 6 Settembre 2011 per limitare la sopravvalutazione del Franco Svizzero.
  • Stampa e distribuzione delle banconote del Franco Svizzero e controllo della fornitura di tale valuta.
  • Stampa e distribuzione delle banconote del Franco Svizzero e controllo della fornitura di tale valuta.
  • Stabilizzazione del sistema finanziario della Svizzera.
  • Tenuta dei registri finanziari delle operazioni del governo Svizzero.
  • Banchiere del governo della Svizzera e delle sue agenzie.